Colore delle Feci: Cosa Significa per la Salute

6 MINUTES

Qual è il significato del colore delle feci?

Avete mai considerato il significato del colore delle vostre feci in relazione alla vostra salute? Il colore delle feci può rappresentare un indicatore del vostro stato generale di salute. Sebbene alcune variazioni di colore siano normali, altre potrebbero indicare la presenza di condizioni mediche sottostanti. Qui vi offriamo una guida sul significato dei diversi colori delle feci e la loro potenziale rilevanza per la vostra salute.

  1. Feci marroni: Le feci di colore marrone rappresentano il colore più comune e solitamente indicano un corretto funzionamento del sistema digestivo. Il colore marrone deriva dalla presenza della bile prodotta dal fegato, che svolge un ruolo cruciale nella digestione dei grassi.
  2. Feci nere: La presenza di feci nere può essere un indicatore di sanguinamento nel tratto digestivo superiore, come lo stomaco o l’intestino tenue. In alcuni casi, taluni farmaci o integratori possono anche causare la comparsa di feci nere.
  3. Feci rosse: La presenza di feci di colore rosso vivido o con tracce di sangue potrebbe indicare un sanguinamento nel tratto digestivo inferiore, ad esempio nel colon o nell’ano.
  4. Feci gialle o verdi: Questi colori possono essere attribuiti alla presenza di bile, che svolge un ruolo chiave nella digestione. Se le feci presentano una colorazione gialla o verde e sono accompagnate da diarrea o dolore addominale, potrebbe esserci una condizione infettiva o un problema di natura medica.
  5. Feci bianche o grigie: La comparsa di feci bianche o grigie può indicare disfunzioni del fegato o della cistifellea, gli organi responsabili della produzione di bile. Se si riscontrano feci di queste tonalità e si manifestano sintomi quali itterizia (ingiallimento della pelle e degli occhi), potrebbe essere segno di una condizione medica significativa.
  6. Feci chiare: Le feci chiare possono riflettere una carenza di bile. Questo scenario potrebbe derivare da un’occlusione delle vie biliari, ad esempio causata da calcoli biliari o malattie epatiche.
  7. Feci scure: Le feci più scure del solito possono essere attribuite all’assunzione di alcuni farmaci o all’alimentazione, compresi integratori di ferro, Pepto-Bismol o alimenti dal colore scuro come i mirtilli.
  8. Feci contenenti sangue: La presenza di sangue nelle feci può essere un segno di diverse condizioni, da emorroidi a malattie più gravi come il cancro del colon. Il colore del sangue nelle feci può variare da rosso brillante a nero, in funzione della sua localizzazione nel tratto gastrointestinale.

Feci chiare

Le feci chiare possono suggerire una carenza di bile nelle feci. La bile, prodotta nel fegato e immagazzinata nella cistifellea, è fondamentale per la digestione dei grassi nell’intestino tenue e contribuisce al colore caratteristico delle feci, ovvero il marrone.

Se le feci risultano pallide o presentano una colorazione tendente al bianco come l’argilla, ciò potrebbe indicare un’ostruzione delle vie biliari, che ostacola il normale flusso di bile nell’intestino tenue. Questa situazione può essere causata da diverse condizioni, tra cui calcoli biliari, malattie epatiche o il cancro al pancreas.

In alcuni scenari, l’insorgenza di feci chiare può essere collegata all’assunzione di determinati farmaci, tra cui antiacidi contenenti idrossido di alluminio o antibiotici.

È cruciale consultare un gastroenterologo qualora si riscontrino alterazioni persistenti nel colore delle feci, soprattutto se associate ad altri sintomi quali dolore addominale, itterizia o nausea, poiché potrebbero indicare la presenza di una grave condizione sottostante.

Qual è il significato del colore scuro delle feci?

Le feci di colore scuro possono rivelare diverse situazioni, tra cui la presenza di sangue nelle feci, l’assunzione di specifici farmaci o integratori, oppure il consumo di determinati alimenti.

Se le feci appaiono nere e dense, ciò potrebbe suggerire una possibile emorragia nel tratto gastrointestinale superiore, come lo stomaco o l’intestino tenue. In tali circostanze, è opportuno consultare immediatamente un gastroenterologo, poiché ciò potrebbe essere indicativo di una condizione medica grave.

Al contrario, se le feci appaiono semplicemente più scure del solito, ciò potrebbe essere dovuto all’assunzione di farmaci come integratori di ferro, bismuto o carbone attivo. Inoltre, il consumo di alimenti naturalmente scuri, come mirtilli o barbabietole, potrebbe contribuire a rendere le feci più scure.

È importante notare che, se si sperimentano modifiche persistenti nel colore delle feci, è consigliabile consultare un gastroenterologo al fine di identificarne la causa sottostante e ricevere le cure adeguate.

In che modo il sangue influenza il colore delle feci?

La mescolanza di sangue con le feci può dar loro una tonalità più scura o, talvolta, nera. Questo fenomeno deriva dal processo di parziale digestione del sangue grazie agli enzimi presenti nel tratto gastrointestinale, con il risultato di un cambiamento dal colore rosso al nero o una consistenza che può apparire simile al catrame. Tale tipo di feci è conosciuto come “melena” ed è spesso indicativo di un’emorragia nel tratto gastrointestinale superiore, che comprende l’esofago, lo stomaco o l’intestino tenue.

In contrapposizione, la presenza di sangue di colore rosso vivido nelle feci denota una recente emorragia nel tratto gastrointestinale inferiore, ad esempio nell’area del retto o dell’ano. In questo caso, il sangue non ha subito significativi processi digestivi ed è ancora di colore rosso brillante.

Va enfatizzato che se si riscontra la presenza di sangue nelle feci, potrebbe essere una manifestazione di una problematica di lieve entità, come le emorroidi, ma potrebbe altresì rivelare condizioni mediche più gravi, tra cui malattie infiammatorie dell’intestino, diverticolite o, addirittura, il cancro del colon. Pertanto, in caso di avvistamento di sangue nelle feci, è imperativo consultare un gastroenterologo al fine di individuarne la causa sottostante e ricevere il trattamento appropriato.

Quali sono alcuni farmaci o integratori capaci di provocare la comparsa di feci scure?

Diversi farmaci e integratori possono influire sulla colorazione delle feci. Ecco alcuni esempi:

  1. Integratori di ferro: Questi supplementi sono ampiamente impiegati per il trattamento dell’anemia e possono conferire alle feci una colorazione nera o verde scura.
  2. Bismuto: Il bismuto è un farmaco da banco comunemente utilizzato per affrontare problematiche quali la diarrea, la nausea e il bruciore di stomaco, ed è noto per provocare la comparsa di feci scure in alcune persone.
  3. Carbone attivo: Questo supplemento è occasionalmente utilizzato per mitigare disturbi digestivi quali gonfiore e flatulenza, ed è in grado di influenzare la colorazione delle feci in alcune situazioni.
  4. Alcuni farmaci antidolorifici: Alcuni farmaci antidolorifici su prescrizione, inclusi quelli contenenti ossidi di ferro utilizzati negli oppiacei, possono condurre alla formazione di feci scure.

È possibile che determinati alimenti influenzino il colore delle feci?

Sì, numerosi alimenti possono incidere sulla colorazione delle feci, poiché contengono pigmenti in grado di trasferirsi nelle feci stesse. Ecco alcuni esempi:

  1. Barbabietole: Le barbabietole contengono un pigmento noto come betacianina, in grado di conferire alle feci una tonalità rossastra o persino rosa.
  2. Mirtilli: I mirtilli contengono un pigmento denominato antocianina, che può conferire alle feci un colore blu o verde.
  3. Carote: Un elevato consumo di carote può occasionalmente determinare una colorazione tendente all’arancione delle feci.
  4. Verdure a foglia verde, come gli spinaci: L’assunzione abbondante di verdure a foglia verde può occasionalmente influire sul colore delle feci, rendendole più tendenti al verde.
  5. Alimenti contenenti coloranti artificiali: Taluni alimenti contenenti coloranti artificiali, quali bevande sportive blu o caramelle colorate, possono indurre la comparsa di feci dal colore insolito.

In quale circostanza è opportuno consultare un gastroenterologo in relazione al colore delle feci?

Ogni significativa variazione nel colore delle feci dovrebbe destare preoccupazione e giustificare una consultazione con un gastroenterologo. La presenza di feci nere o catramose potrebbe indicare una possibile emorragia nel tratto gastrointestinale e richiede una valutazione medica immediata.

La presenza di sangue di colore rosso vivido nelle feci o la costante presenza di feci chiare o grigie costituiscono segnali altrettanto significativi che impongono una consultazione medica. Ulteriori cambiamenti preoccupanti comprendono la comparsa di feci di colore giallo o verde, che potrebbero essere indicativi di un’eventuale infezione o di altre condizioni mediche.

È importante sottolineare che, anche se alcune variazioni del colore delle feci possono essere il risultato di fattori inoffensivi, è sempre opportuno consultare un professionista sanitario in caso di preoccupazioni o sintomi persistenti. Il gastroenterologo sarà in grado di valutare i sintomi, eseguire eventuali test o procedure necessari e fornire il trattamento o le referenze adeguate in base alle esigenze specifiche del paziente.

Per saperne di più:

Gastroscopia e colonscopia a Salonicco Grecia

Preparazione per la colonscopia con Eziclen: Istruzioni

Come posso contattare il gastroenterologo Dr. Zavos per fissare un appuntamento?

Il Dr. Christos Zavos è un gastroenterologo e epatologo certificato e ha il suo studio a Salonicco, Grecia, più precisamente nel quartiere di Kalamaria, a circa 7 chilometri a sudest dal centro di Salonicco. Il suo studio privato si trova in: Via Fanariou 8 (vicino alle vie Aigaiou e Adrianoupoleos), Kalamaria (Salonicco), Grecia.

L’Aeroporto Internazionale di Salonicco dista solo 10 km dal suo studio privato a Kalamaria e può essere raggiunto in taxi in circa 13 minuti dall’aeroporto.

Il Dr. Christos Zavos effettua endoscopie presso l’ospedale privato Bioclinic nel centro di Salonicco, in Via Mitropoleos 86.

Potete contattare il Dott. Christos Zavos per fissare un appuntamento o ricevere ulteriori informazioni via e-mail all’indirizzo czavos@ymail.com o chiamando il suo telefono cellulare al numero +30-6976596988, il quale supporta anche le app Viber e WhatsApp per una comunicazione più comoda.

Last update: 17 January 2024, 14:35

DR. CHRIS ZAVOS, MD, PHD, FEBGH

Gastroenterologist - Hepatologist, Thessaloniki

PhD at Medical School, Aristotle University of Thessaloniki, Greece

PGDip at Universitair Medisch Centrum Utrecht, The Netherlands

Ex President, Hellenic H. pylori & Microbiota Study Group